Prima di scegliere dei cosmetici è fondamentale comprendere quale sia il tuo tipo di pelle, perché usare prodotti a caso per la cura della pelle può essere inutile o addirittura controproducente.

Nonostante esistano moltissimi tipi di pelle e ci sia un po’ di confusione in merito, ti svelo un trucco per capire qual è il tuo, in modo semplice.

Al mattino appena sveglia lava il viso con sola acqua e attendi circa un’ora prima di applicare qualsiasi crema o prodotto. Trascorso questo tempo osserva la tua pelle allo specchio.
– Se la senti tirare e pizzicare o, addirittura, se appare screpolata e desquamata significa che la tua pelle è secca.
– Se, al contrario, appare uniformemente lucida significa che al tua pelle è grassa.
– Se invece ti appare un mix di questi due aspetti, ossia lucida della zona T (fronte, naso e mento) e secca sulle guance significa che la tua pelle è mista, anche se a me non piace questo termine.
– Se infine non hai alcuna area né lucida né secca, significa che appartieni alle fortunate che hanno una pelle normale.

La pelle normale

La pelle normale appare liscia e levigata, dal colorito uniforme e senza imperfezioni. Si tratta di una tipologia di pelle rara negli adulti che si riscontra piuttosto di frequente in età pre-puberale.
I prodotti cosmetici da utilizzare dovranno cercare di preservare quanto più possibile questo stato di equilibrio, proteggendola dalle aggressioni degli agenti esterni.
Si tratterà quindi di prodotti protettivi ed idratanti. Anche i prodotti contro l’invecchiamento cutaneo possono essere utili, soprattutto se si pensa che con l’età la pelle tende a di venire più secca.

La pelle secca

La pelle si definisce secca quando, per vari motivi, produce una quantità insufficiente di sebo. Essendo carente il film idrolipidico che la protegge, la pelle perde parte delle sue barriere difensive, divenendo più vulnerabile alle aggressioni esterne ed al tempo stesso perdendo parte del suo contenuto di acqua.
La pelle appare ruvida, poco elastica, in alcuni casi screpolata e con tendenza alla desquamazione. Questo tipo di pelle è particolarmente fragile e sottile e può contraddistinguersi per un colorito spento che appare quindi poco sano.
Inoltre, chi ha questo tipo di pelle tende a manifestare precocemente i segni del tempo con la comparsa delle prime rughe intorno ai 30 anni.
Dato che sono carenti le barriere che la proteggono, la pelle risulta spesso sensibile con comparsa di arrossamenti, formicolii e bruciori che possono provocare non pochi disagi.
Per tutti questi motivi, chi ha questo tipo di pelle è necessario che più di ogni altro le dedichi le giuste cure. Ciò non vuol dire che la sua situazione sia disperata. Infatti, con la giusta routine anche la pelle più secca può poi diventare perfetta e radiosa

La pelle grassa

Al contrario della pelle secca, la pelle grassa tende a produrre una quantità di sebo troppo elevata. A causa di questa eccessiva produzione il viso appare lucido e untuoso. Spesso si associa a pori dilatati, brufoli, punti neri e imperfezioni di vario genere.
Questo stato della pelle può essere causato da fattori genetici ma anche da cambiamenti ormonali, assunzione di farmaci, stress e cosmetici comedogenici, ossia che favoriscono la comparsa di comedoni (punti neri e punti bianchi).
Al contrario di quanto spesso si pensa occorre essere delicati con questo tipo di pelle in quanto se si andasse a “sgrassare” troppo intensamente con prodotti aggressivi si rischierebbe di stimolare ancor di più le ghiandole sebacee ottenendo così l’effetto esattamente contrario.

Ti è piaciuta la mia descrizione?

Scrivimi

Pin It on Pinterest