Ne sentirai parlare molto nei prossimi anni ma il futuro della salute e dell’antiage ringrazierà i batteri

Le ultime ricerche scientifiche ci informano che la nostra salute è strettamente legata a miliardi e miliardi di microbi.
Parliamo di MICROBIOTA, ovvero l’insieme dei batteri che ci proteggono e fungono da collegamento tra l’ambiente esterno e l’intero organismo.
Il nostro benessere, è dimostrato, avviene quando l’insieme dei batteri, in particolare il MICROBIOTA INTESTINALE, vive in perfetto equilibrio. Da esso dipendono tantissime attività come la digestione, il rapporto tra intestino e cervello, la salute della pelle e della bocca, il cuore, l’apparato respiratorio e riproduttivo, il fegato, i reni… per citarne qualcuno.

Io mi occupo di skincare, ti dico che pelle e salute non possono essere separate ed è doveroso condividere tutto ciò che serve per ottenere una pelle sana e bella.
Recentemente si è notato come la nostra pelle rappresenti un vero e proprio ecosistema popolato da batteri, funghi, virus, protozoi; alcuni batteri “buoni” come il RELIPIDIUM, ricavato dal grano fermentato, sono un miracolo per la pelle, contribuendo a migliorare la funzione di barriera per la pelle e preservando l’ecosistema.
Tanto che si è voluto inserirli inserirli nelle formulazioni cosmetiche e ciò rappresenta una novità nel settore della dermocosmesi.

Se non mi conosci, dovresti sapere che prima di parlarti di qualcosa la provo sempre su di me: ora sto usando una crema notte per il viso e li sto anche prendendo per via orale su suggerimento del mio medico.

La pelle ed il sistema digestivo sono molto simili e strettamente collegati, entrambi sono chiamati organi digestivi. “Se trattiamo bene la nostra flora intestinale interna anche la pelle fuori non avrà problemi”.

OK, ho capito l’importanza dei batteri ma come mi oriento sui cosmetici?

Ogni giorno la pelle è esposta a fattori interni ed esterni che possono causare l’alterazione della barriera cutanea e l’impoverimento della struttura del derma; per preservare la pelle il corretto approccio è intervenire con innovative molecole combinate con il giusto microbiota.
Se desideri avere il prodotto più adeguato alla tua pelle, ci sono io a consigliarti la giusta dieta della pelle.

Ma voglio raccontarti questo aneddoto che ho trovato nei libri di cosmetologia. Da dove ha origine tutto questo…

Il primo ad accorgersi dei batteri fu un commerciante di stoffe, vicino alla casa del pittore Jan Vermeer (l’artista della Ragazza con l’orecchino di perla). Dovendo informarsi e vagliare le trame dei suoi tessuti con lente di un microscopio, scoprì l’esistenza di un nutrito popolo di micro esseri. Col tempo si capì che ben tre terzi del nostro corpo umano è costituito da cellule batteriche, che vivono soprattutto nell’intestino e ci aiutano a stare in salute, diversamente senza batteri andiamo incontro a malattie, allergie ed infiammazioni. E tutto questo perché mangiamo male o anche perché usiamo pratiche di pulizia aggressive.

Perciò c’è un nesso tra pelle e batteri, se analizzassimo la flora batterica epidermica di ognuno di noi si scoprirebbe che ogni essere vivente è proprietario del proprio MICROBIOMA, proprio come fossero delle impronte digitali. Un mondo in cui convivono dalle cinquecento alle mille specie di batteri differenti per un totale di un milione in un centimetro quadrato.
E quando i batteri sul viso sono in equilibrio, sia nella quantità che nella qualità, la pelle è in grado di difendersi da agenti patogeni, infiammazioni, allergeni, radicali liberi.
Oltretutto se la pelle è sana anche la barriera cutanea è forte e ciò ostacola la perdita di elasticità e di sostegno tipica e necessaria per la cute.

Se cerchi un prodotto diverso, efficace, prendi una formulazione che contenga dei batteri buoni per la tua pelle.
Se hai bisogno di consigli sono a tua disposizione.

× Scrivimi

Pin It on Pinterest