Perché scegliere un prodotto piuttosto che un altro? Ti chiederai. Qui di seguito ti spiego con esattezza come scegliere il solare adatto a te!

1. QUALCHE INFORMAZIONE UTILE: numeri alla mano!

Il fattore di protezione solare è una misura che testa quanto tempo si può stare al sole senza scottarsi, di solito il numero indica quanti minuti un individuo può stare al sole senza scottarsi senza aver applicato nessuna protezione. Perché scegliere un prodotto piuttosto che un altro? Ti chiederai. Qui di seguito ti spiego con esattezza come scegliere il solare adatto a te!

Ad esempio, supponendo di applicare la crema solare se ci si scotta normalmente in 20 minuti, un SPF 30 protegge all’incirca per 10 ore, anche se dobbiamo tener conto che i raggi UVB hanno una lunghezza d’onda ed un’intensità variabile in base alle ore della giornata e sono proprio gli UVB che causano le scottature.

In questo calcolo non vengono mai considerati i raggi UVA pertanto si ha bisogno di un solare che garantisca una protezione dell’intero spettro delle radiazioni del sole.

2. COSA È IMPORTANTE SAPERE

Nessuna protezione solare è in grado di bloccare al 100 % i raggi UVB e UVA: il fattore di protezione SPF 30 blocca il 97%, il fattore SPF 50 il 98% e il fattore SPF 100 blocca il 99 % dei raggi solari.

3. VI DO UN CONSIGLIO

Le protezioni solari a mio avviso devono contenere almeno un fattore di protezione SPF 30 e devono essere resistenti all’acqua per 40/80 minuti.

4. FATE ATTENZIONE ALLE LABBRA

Le labbra non vengono mai considerate durante l’esposizione solare invece è importantissimo utilizzare uno stick con filtro di protezione alto. Sebbene in commercio ce ne siano molti, non ne esistono di veramente validi e capaci di superare i test di valutazione. Realizzati per impedire le scottature e l’impoverimento della mucosa labiale, spesso negli stick viene riportato un indice di protezione che non corrisponde a quello reale: il migliore rimane il fattore di protezione SPF 30 anche se parliamo delle labbra.

5. I SOLARI NATURALI GARANTISCONO PROTEZIONE VERA?

Ci tengo a precisare in questo contesto che il prodotto “estremamente naturale” non garantisce una reale protezione. Ecco perché: i filtri totalmente fisici che contengano solo biossido di titanio oppure ossido di zinco hanno meno prestazioni protettive rispetto ai cosmetici che nelle loro formule contengono avobenzone.

6. IL PROFUMO DEL SOLARE? VALIDO PROMEMORIA!

Anche l’aspetto sensoriale conta, il profumo ad esempio fa decidere se applicare o meno un certo prodotto, stessa cosa vale per i prodotti troppo appiccicosi o pesanti: personalmente ho notato che i solari senza profumo non per forza sono senza odore ma spesso sanno di plastica come il materassino gonfiabile che si usa in spiaggia. Io consiglio di scegliere prodotti lievemente profumati che evocano cocktail tropicali o fiori bianchi!

7. FAI PREVENZIONE: PROTEGGI LA PELLE

Tutti riconoscono che la prevenzione quando si parla di malattie serie che colpiscono la pelle sta nella protezione, tuttavia alcuni ingredienti come l’OTTINOXATO e l’OXIBENZONE sono sotto la lente d’ingrandimento. Anche i derivati della vitamina A non vanno d’accordo con il sole, meglio quindi evitare di acquistare prodotti che contengono questi ingredienti.

8. AMI STARE ALL’OMBRA? PROTEZIONE Sì O PROTEZIONE NO?

Non tutti amano il sole infatti c’è chi per natura o per insofferenza si rifugia all’ombra, indossando cappello e vestiti con le maniche lunghe. Ovviamente questi soggetti si scottano meno rispetto a chi si espone anche con la protezione, ma proprio a queste persone voglio dare un suggerimento: per essere sicuri di non scottarsi è meglio controllare i tessuti. Basta metterli alla luce e se riesci a vedere tramite la trama significa che anche i raggi li superano.

9. L’APPLICAZIONE DEL SOLARE: NON È SCONTATA

Quando applichi la protezione solare abbonda e ricorda di applicarla 15 minuti prima di uscire. La giusta quantità, se parliamo di lozioni, è un cucchiaino per ogni area del corpo: 1 cucchiaino per il viso, 1 cucchiaino per testa e collo, 1 per ogni braccio, 1 per ogni gamba, 1 per il petto, 1 per l’addome e 1 per la schiena.

Per chi non sopporta spalmarsi le creme esistono le protezioni spray molto pratiche e veloci che non richiedono di essere spalmate. Personalmente mi piacciono molto perché sono “invisibili”, asciutte e adatte a chi fa sport o sta all’aria aperta. Mi raccomando quando si spruzza lo spray sul viso, gli occhi e la bocca vanno tenuti chiusi oppure va spruzzato sulle mani e poi applicato sulla faccia. Questa piccola accortezza è fondamentale soprattutto se si utilizza la crema spray sui bambini.

  • Che sia in crema, lozione o spray, il solare deve essere applicato ogni 2 ore, dopo una nuotata o dopo un’abbondante sudata.
  • Cerca di utilizzare un prodotto che abbia le caratteristiche citate e preferisci le protezioni SPF 30


10. PAPAYA HA SCELTO I SOLARI COOLA: SENZA PARABENI

Anche quest’anno i solari COOLA sono i nostri solari per eccellenza: puri ed eco-compatibili, nutrono e proteggono la pelle grazie al contenuto di vitamine, antiossidanti e fito-protettori, senza l’aggiunta di parabeni, PABA, petrolati o flatati. Una scelta dettata dall’ossessione di offrire sempre prodotti di alta cosmesi!!!

 

× Scrivimi

Pin It on Pinterest